VPN No Logs: La VERA Storia e Perché DEVI Conoscerla

Published by Brittany Hall on febbraio 16, 2019

Se usi una VPN, l’ultima cosa che desideri è che una qualche agenzia governativa metta le mani sui tuoi log online. E questo è proprio ciò che potrebbe succedere se utilizzi una VPN che conserva i log.
Pensa a questo scenario: visiti un sito web, che sia un sito di intrattenimento per adulti, un sito di torrent, o pagine sulla lista nera di un governo, ed immediatamente diventi una persona di interesse anche se non hai fatto niente di male.

Tutto ciò che la polizia dovrebbe fare è chiedere al tuo ISP a quale cliente appartenga quell’indirizzo IP, e poi potranno iniziare a scavare nella tua vita privata.

In ogni caso, se stai usando una VPN, le cose si fanno più complicate. Anziché ottenere il tuo indirizzo IP, dovrebbero invece ottenere l’indirizzo IP del server VPN.

La polizia dovrebbe richiedere (o reclamare per vie giuridiche) al provider del servizio VPN di consegnare tutti i dati a sua disposizione relativi a quello specifico indirizzo IP. Se non viene conservato alcun log, il provider non avrà niente da consegnare alla polizia.

Dopo una lunga ed attenta ricerca ed esaminazione delle politiche sulla privacy di varie VPN, abbiamo trovato le cinque migliori VPN no-log disponibili (clicca qui per andare direttamente alle VPN raccomandate). Questa guida ti spiegherà anche cosa sono i log delle VPN, chi li conserva, e perché dovresti preoccupartene.

I Tre Tipi di Log VPN

In parole povere, i log VPN sono i dati che i provider di VPN conservano contestualmente all’utilizzo del loro servizio. L’intera connessione ad internet degli utenti passa attraverso i server del provider, quindi le informazioni disponibili solo limitate solo dall’utilizzo.

Quindi ti serve un servizio VPN del quale ti possa fidare.  Le informazioni che un provider VPN potrebbe o non potrebbe conservare possono solitamente essere suddivise in tre categorie:


Informazioni sull’Utente
Queste sono le informazioni generali sugli utenti, e di solito includono alcune (se non addirittura tutte) le informazioni elencate in seguito:

  • Username
  • Password
  • Indirizzo E-mail
  • Nome e Cognome
  • Dettagli dei Pagamenti
  • Cronologia degli Acquisti
  • Tempo Residuo di Iscrizione
  • Indirizzo del Domicilio
  • Paese di Residenza

A meno che non utilizzi una cripto valuta per pagare il servizio in forma anonima, il tuo indirizzo IP e/o username vengono solitamente associati ai dettagli sul pagamento.

Log di Connessione
I log di connessione sono le registrazioni di tutte le connessioni in entrata e in uscita relative ad un server VPN. Questi dati vengono solitamente usati per ottimizzare il servizio VPN e risolvere eventuali problematiche. Questi log consistono normalmente di:

  • Indirizzo IP in entrata (Di solito assegnato al tuo dispositivo dal tuo ISP)
  • Indirizzo IP in uscita (Assegnato al tuo dispositivo dal server VPN)
  • Marchio temporale (La data di inizio e quella di fine della tua connessione VPN)
  • Dati Trasferiti (La quantità di dati trasferiti durante la sessione di utilizzo)

Anche i log di connessione aiutano il provider nell’operare il servizio VPN, per offrire supporto ed un funzionamento senza intoppi.

Log di Utilizzo VPN
I provider VPN hanno solitamente accesso alle stesse informazioni del tuo Internet Service Provider (ISP) riguardo il tuo utilizzo di internet.

In alcuni paesi, gli ISP devono registrare il tuo utilizzo di internet. Se i provider VPN dovessero conservare le stesse informazioni, potrebbero conservare i seguenti elementi:

  • Liste dei Siti Web Visitati
  • File Scaricati (nome e dimensioni)
  • Software e Protocolli Utilizzati (come Netflix, BitTorrent, Skype, etc.)

Nessun provider VPN affidabile conserva abitualmente i log di utilizzo (almeno, non quelli che raccomandiamo). In molti, però, conservano i log di connessione, ed alcuni lo fanno per via delle leggi in vigore nei paesi dove hanno sede.

Vari provider che dichiarano di avere una politica “no-log” intendono dire che non conservano i log di utilizzo, ma potrebbero comunque conservare quelli di connessione. Dovresti evitare qualsiasi servizio VPN che conserva i log di utilizzo. La maggior parte di quelli che conservano i log di connessione sono VPN gratuite.

Alcuni esempi di providers VPN che dichiarano di essere “no log”, ma conservano in realtà i log di connessione base sono TunnelBear, Windscribe, e Betternet.

Cosa Significa Davvero “No Logs”

In parole povere, “no logs” significa che il provider VPN non conserva nessun tipo di log. Ciò potrebbe essere difficile da fare per un servizio VPN se deve anche porre delle restrizioni di tempo, larghezza di banda o sui dispositivi, spesso implementate dalle VPN gratuite.

Una definizione comunemente accettata di politica “no logs” per i provider è che non viene conservata alcuna informazione che potrebbe essere utilizzata per identificare un utente, se non per qualche minuto dopo che la connessione al server VPN è stata terminata.

Perché Dovresti Notare Se La VPN Ha Una Politica No-Log

È estremamente negativo per la reputazione di un provider VPN cooperare con delle richieste di consegna dei dati su degli utenti, come quelle che potrebbero provenire dalla polizia o dal governo.

In ogni caso, anche se il procedimento di forzare un provider a condividere delle informazioni può essere dispendioso in termini di tempo e denaro, può comunque essere fattibile.

I dipendenti di un provider VPN di certo non si faranno arrestare per proteggere gli utenti. Ma se non ci sono dati conservati, il provider non deve consegnare niente.

I dati raccolti dal tuo utilizzo possono fornire diverse informazioni su di te. Anche se non visiti siti web ambigui, e pensi di non aver niente da nascondere, i tuoi dati possono essere ceduti a terzi per scopi di marketing. Se utilizzi un servizio VPN gratuito, è possibile che tu stia pagando il tuo provider con le tue informazioni.

Proteggi la Tua Privacy Quando Usi una VPN

Il numero di utenti di VPN è aumentato costantemente negli ultimi anni. Secondo gli ultimi studi, quasi il 25% degli utenti di internet hanno utilizzato una VPN nell’ultimo mese. Questo è un risultato in parte dovuto alle crescenti preoccupazioni relative alla privacy in tutto il mondo. Alcuni non vogliono che la loro posizione venga conosciuta, altri vogliono poter aggirare le restrizioni geografiche di piattaforme di streaming come Netflix, ed altri vogliono semplicemente un ulteriore strato di privacy per stare più tranquilli.

Non importa quali motivazioni siano dietro l’utilizzo delle VPN, dovresti comunque conoscere le basi della sicurezza delle VPN in modo da poter trarre il massimo dei benefici dal servizio per cui stai pagando.

Anche se il concetto di VPN può sembrare complicato e la terminologia associata è piuttosto vasta, ci sono solo pochi dettagli che devi assolutamente conoscere, e tra questi ci sono senz’altro le politiche no-logs.

La maggior parte dei provider di VPN dichiareranno senz’altro come tutte le connessioni ed i log del traffico dei propri utenti vengono prontamente cancellate, insieme ad altre informazioni sensibili.

Ma non è raro pensare che un servizio VPN sia perfetto, quando si parla di privacy, per poi scoprire che la sua politica sui log non è davvero privata e rigida come era stato dichiarato inizialmente.

Quindi, come puoi assicurarti di avere a che fare con una VPN blindata, trasparente e con una vera politica no-logs?

Le 5 Migliori VPN No-Log

1 NordVPN

NordVPN
  • Non monitora, conserva o condivide dati
  • Meccanismo che protegge le “perdite” accidentali di IP
  • Politica sulla privacy trasparente
  • Numerose funzioni relative alla sicurezza, lo streaming, ed il P2P

NordVPN fornisce delle dichiarazioni perfettamente chiare sul logging, perfette per gli utenti più attenti. La loro politica sulla privacy dichiara che “le tue attività condotte durante l’utilizzo delle soluzioni per la privacy create da NordVPN.com non sono monitorate, registrate, loggate, conservate o cedute a terzi”.

Il fatto che il provider sia basato a Panama significa che non ci sono leggi sulla conservazione o sulla denuncia dei dati con le quali il provider si debba confrontare. NordVPN raccoglie alcune informazioni dei suoi utenti, come i dettagli sull’account e sui pagamenti, ma ciò non crea problematiche riguardanti la privacy.

Gli utenti possono scegliere di pagare in forma anonima tramite cripto valute. Le funzioni opzionali includono degli IP Dedicati, VPN Doppie, ed altre opzioni atte ad ottenere un ulteriore barriera di sicurezza.

Ottieni Ora

2 ExpressVPN

ExpressVPN
  • Non conserva log
  • Svariate funzioni di sicurezza premium
  • Accetta pagamenti in Bitcoin
  • Estremamente veloce

ExpressVPN è basata nelle Isole Vergini Britanniche, dove non esistono leggi riguardanti la conservazione e la denuncia di dati, e ciò permette al provider VPN di mettere la privacy dell’utente in cima alle sue priorità.

La loro politica sulla privacy è molto dettagliata ed estesa, e dichiara espressamente che “nel sistema non vengono conservati log sensibili.”

Nel 2017, la Turchia ha cercato di costringere il provider a consegnare delle informazioni su un utente durante un’indagine, ma ExpressVPN non ha potuto, visto che non conserva log di indirizzi IP, cronologia della navigazione, dati sul traffico o query DNS.

ExpressVPN è anche la VNP più rapida disponibile al momento, ed offre funzioni di sicurezza come protezione dalle perdite di DNS, meccanismi di sicurezza e tante altre.

Prova Ora Senza Rischi

3 CyberGhost

CyberGhost
  • Nessun log di connessione o traffico
  • Politica sulla privacy esaustiva
  • Supporta il P2P, anche se la velocità non è il massimo
  • Interfaccia ordinata

CyberGhost è basata in Romania, un paese noto per curare molto la privacy degli individui, e ciò permette a questo provider di VPN di aderire ad una rigorosa politica “no-log”.

Viene utilizzata una criptazione molto forte, e gli utenti possono avvantaggiarsi di cinque connessioni simultanee con i server VPN. CyberGhost fa in modo che le sessioni di utilizzo siano pratiche e private.

Prova Ora Senza Rischi

4 IPVanish

IPVanish
  • Vera politica sulla privacy no-log
  • Include meccanismi di sicurezza
  • Supporta il P2P
  • Crittografia 256-AES

Nel giugno del 2016, IPVanish ha ricevuto un ordine, da parte delle autorità statunitensi, di consegnare delle informazioni su un sospettato in un caso giudiziario molto importante, e pare che questa società, basata negli USA, abbia obbedito a tale ordine.

Da quel giorno IPVanish è stata venduta ad una società chiamata StackPath, ed il nuovo CEO ha dichiarato pubblicamente in diverse occasioni, anche su Reddit, che, indipendentemente da chi faccia richiesta di informazioni sugli utenti, egli “lotterà fino all’ultimo respiro per proteggere il diritto delle persone alla privacy.”

Ottieni Ora

5 Private VPN

  • Protezione dalle perdite di DNS
  • Politica zero-logs
  • 6 Connessioni simultanee
  • Ottime app per dispositivi mobili

Private VPN è basata in Svizzera, ed ha più di 80 server in ben 52 paesi. Questo servizio VPN offre sia un meccanismo di blocco tramite app che un meccanismo di blocco basato su firewall, nonché una protezione completa contro eventuali perdite di DNS.

Ottieni Ora

Conclusione

Per assicurarti che la tua privacy rimanga intatta, utilizza un servizio VPN dotato di una vera politica “no-log”. Una politica zero-log dovrebbe davvero essere un requisito essenziale in qualsiasi provider di VPN tu prenda in considerazione.

Brittany Hall
Brittany è un’esperta di sicurezza web con un forte interesse verso tutto quello che riguarda la tecnologia. Crede fortemente nella privacy online e nella sicurezza informatica.