Navigazione Sicura: i pericoli delle cattive abitudini

È inutile sottolineare l’importanza di adottare buone abitudini di sicurezza informatica. Sono sempre di più le informazioni e i dati che affidiamo agli strumenti digitali, l’identità stessa sta diventando digitale, passiamo una quantità sempre maggiore di tempo online.

Con l’avvento della realtà virtuale e dei prodotti di realtà aumentata, le persone saranno online quasi 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Ciò significa che siamo esposti ora più che mai alla perdita o al furto di dati.

Quello che è peggio, è che gli hacker stanno diventando più creativi nei tipi di attacchi che fanno. Symantec ha stimato un aumento dell’8,5% delle attività di cripto-jacking attraverso le quali i cyber-criminali, piuttosto che rifarsi alle tradizionali tecniche di ransomware, usano il PC infetto per minare le criptovalute.

La criminalità informatica globale avrà un costo stimato di 6 trilioni di euro entro il 2021. La verità è che gli stessi esperti di sicurezza sono in difficoltà nel prevenire una nuova ondata di attacchi informatici in un’era con più persone online che mai e nuove piattaforme per i criminali per distribuire nuovi attacchi. Gli attacchi informatici sono il tipo di crimine con la crescita più rapida negli Stati Uniti.

All’estremità opposta troviamo aziende come Facebook, Instagram, Twitter, Google e Amazon che sono note per la raccolta di dati sugli utenti a cui non dovrebbero avere accesso. Così gli utenti di Internet devono preoccuparsi di entrambe le parti: le società che raccolgono dati e i criminali informatici che installano virus e accedono a informazioni sensibili. Le aziende sono molto più interessate a fare soldi che a proteggere i dati dei clienti.

Fortunatamente esistono diverse tecniche ben consolidate e semplici che possono essere utilizzate per ridurre drasticamente le possibilità che un hacker possa sottrarti i tuoi dati. È richiesta poca o nessuna conoscenza del computer: basta adottare alcune precauzioni di base necessarie per garantire la sicurezza nella navigazione online. Sarai online per il resto della tua vita quindi ha decisamente senso investire un po’ in tempo in alcuni protocolli di sicurezza di base.

Scopri i nostri 21 consigli per cominciare subito a navigare con la massima sicurezza.

1 – Scegli il browser giusto: il più sicuro

Uno dei primi passi da fare è scegliere il browser giusto. Il browser più sicuro al momento è Tor, con le sue funzionalità di sicurezza integrate. Tor si comporta come una rete privata virtuale, tuttavia potrebbe risultare troppo  lento e questo potrebbe indurvi a cercare qualche altro sistema di navigazione.

A parte Tor, i migliori browser sono Mozilla, Opera e Brave. Hanno meno legami con le grandi multinazionali che tendono a raccogliere i dati dei clienti. Chrome e Safari devono essere evitati se possibile mentre Internet Explorer e Microsoft Edge sono i meno sicuri. Se utilizzi Chrome, Safari o Microsoft Edge, è ancora più importante utilizzare un motore di ricerca basato sulla privacy o estensioni del browser che garantiscono una protezione della privacy.

2 – Scegli il Giusto Motore di Ricerca

Anche se scegli un browser sicuro, quando esegui richieste su Google.it, continui a fornire dati ad un motore di ricerca che è stato più volte accusato di aver illegittimamente raccolto i dati dei clienti. Ci sono un gran numero di alternative disponibili. La quota di mercato di Google è diminuita negli ultimi anni e motori di ricerca più piccoli stanno acquisendo sempre più fruitori.

La scelta di un motore di ricerca basato sulla privacy è un passo fondamentale per impedire a Google di accedere alle tue richieste di cui tiene traccia in ogni momento. Tra i motori di ricerca più sicuri troviamo:

3 – Le Migliori Pratiche per una Navigazione Sicura

Ci sono una serie di fattori secondari da ricordare sempre quando si naviga online. I principali sono di non lasciare mai il computer sbloccato e di acquistare solo su siti di shopping sicuri. Controlla sempre che ci sia il lucchetto verde su tutti i siti https. Questo significa che il sito è ufficiale e sicuro, e non un sito fasullo che raccoglierà il tuo nome utente e password.

Questo consiglio è particolarmente importante quando si inseriscono i dati della carta di credito o altri dati sensibili. È anche una buona idea svuotare la cronologia, i download e i cookie il più frequentemente possibile. Fare questo velocizzerà il tuo sistema e rimuoverà informazioni che spesso possono essere monitorate e tracciate.

Quando si naviga online, è una buona idea mantenere aggiornato il software del browser. Gli hacker spesso sfruttano vecchie vulnerabilità di sicurezza nei browser che non sono stati aggiornati. Quando si utilizza un’applicazione e qualsiasi tipo di software ricordati di leggere sempre le loro politiche sulla privacy. Possono essere piuttosto lunghe tuttavia, se le persone le leggessero effettivamente, scoprirebbero i dati ai quali viene consentito l’accesso e sicuramente le utilizzerebbero di meno. Un altro consiglio per una navigazione online sicura è quello di disabilitare il riempimento automatico per nome utente e password.

4 – Estensioni Browser per tutelare la tua privacy

Esistono numerose estensioni aggiuntive che possono essere utilizzate per rendere l’esperienza di navigazione più semplice e sicura. Un adblocker è quasi essenziale, sebbene i motori di ricerca e i browser di buona qualità includano spesso adblocker nei loro servizi. Gli adblocker migliori sono AdBlock Plus, Firefox Focus e StopAd. Puoi anche installare delle estensioni VPN che nasconderanno il tuo indirizzo IP, anche se un servizio VPN completo è spesso un’alternativa migliore. Due estensioni di questo tipo sono Ghostery e Hola.

5 – Utilizza una VPN

Una Rete Privata Virtuale (VPN) è senza dubbio una delle soluzioni più sicure per impedire sia agli hacker che alle aziende di accedere ai tuoi dati. Una VPN cambia il tuo indirizzo IP e ti consente di effettuare una connessione crittografata quando visiti i siti. Un hacker che sta cercando di accedere ai tuoi dati dovrebbe quindi prima decifrare le informazioni. Inoltre le autorità governative non sono in grado di tracciarti usando il tuo indirizzo IP. I fornitori di VPN migliori cancelleranno i file log velocemente o non ne terranno traccia. I migliori fornitori di VPN sono:

6 – Evita le Applicazioni Indesiderate

Un’applicazione potenzialmente indesiderata (PUA) è un programma scaricato dall’utente che ha effetti collaterali indesiderati. Questi non sono considerati virus o malware. Un esempio è un’applicazione software gratuita che promette di proteggere il computer dai virus, tuttavia modifica il motore di ricerca predefinito ed è difficile da ripristinare. Inoltre, possono impegnare molte risorse di sistema.

Il fatto è che molte applicazioni gratuite possono rivelarsi come PUA. Scarica solo applicazioni e programmi affidabili con delle valutazioni di sicurezza elevate. A questo proposito può essere utile limitarsi a pochi programmi di alta qualità invece di utilizzare varie estensioni, componenti aggiuntivi e programmi antivirus. Non scaricare PUA che dicono che miglioreranno la sicurezza o la velocità, poiché spesso faranno il contrario. Scegli solo servizi ben noti e di alta qualità.

7 – Disabilita JavaScript

Disabilitare JavaScript è una delle tecniche più utili e sottoutilizzate in termini di sicurezza per la navigazione online. E i vantaggi in realtà vanno ben oltre la sicurezza, rendendo l’esperienza online molto più veloce. Questo fermerà un gran numero di annunci, finestre e pagine che scorrono all’infinito.

JavaScript è uno strumento utilizzato per la creazione di tutti i tipi di applicazioni web complesse: quasi tutti gli annunci pubblicitari vengono eseguiti su JavaScript. Facebook, Twitter, YouTube, Netflix, Google Documents e altre applicazioni potrebbero non funzionare correttamente, ma la navigazione web tipica sarà molto più veloce e sicura.

Puoi disattivare JavaScript ma lasciarlo attivo sui siti che usi regolarmente, aggiungendo delle eccezioni. Disabilitare JavaScript è abbastanza facile da fare, basta semplicemente deselezionare una casella nelle impostazioni del tuo browser.

8 – Ripulisci i Tuoi Contenuti

Molte persone pubblicano troppe cose, su troppi siti. Dovremmo ricordare però che su internet le cose restano lì per sempre, a meno che non le elimini. A volte anche le pagine non più esistenti ma memorizzate nella cache possono essere trovate su Google. YouTube, Facebook, Twitter e tutti i principali siti di social media offrono la possibilità di ripulire i tuoi dati da post e immagini precedenti. Guarda la cronologia e controlla che non ci siano contenuti che non ti convincono. E poi, semplicemente, cancellali.

Le persone hanno più controllo sui loro dati di quanto non si rendano conto, è solo che non si prendono mai la briga di gestirli effettivamente. Ad esempio, è del tutto possibile cancellare i dati di Facebook. Quando li elimini ci vorranno 90 giorni per rimuoverli effettivamente e permanentemente dai server di Facebook.  Non sai mai se qualcuno potrebbe collegarti a qualcosa online, quindi una pulizia dei dati è un’ottima idea da fare ogni tanto.

Puoi visitare i forum in cui hai scritto e rivedere i tuoi contenuti, nonché cancellarti dal maggior numero possibile di elenchi di email. Prenditi un momento per fare un recupero completo dei dati su tutti i siti che hai frequentato. È molto facile da fare e non richiede molto tempo.

9 – Naviga in Sicurezza sul Tuo Smartphone

Molte persone commettono l’errore di proteggere solo il proprio computer di casa o il proprio laptop. Questo può essere un grosso errore per molte ragioni. Gli smartphone sono ancora più vulnerabili dei personal computer. Sono sempre in movimento e si connettono a varie reti. Ogni volta che ti connetti a una rete con un dispositivo, aumenti le possibilità di essere hackerato.

Puoi rafforzare ulteriormente la sicurezza della navigazione su smartphone con una VPN Android o IOS di alta qualità che ti consenta di essere protetto anche in movimento. Ci sono un certo numero di nuovi smartphone che prestano particolare attenzione alla sicurezza e che potrebbero essere un buon investimento. Come su un computer, imposta un codice di sicurezza sul tuo smartphone e assicurati che non rimanga incustodito.

Oltre il 28% dei residenti negli Stati Uniti non blocca nemmeno lo schermo del proprio device, secondo il Pew Research Center. Secondo i risultati di questa ricerca solo il 40% ha aggiornato i propri telefoni quando erano disponibili gli aggiornamenti. È molto importante aggiornare il device al più recente sistema operativo per la sicurezza dello smartphone, anche se potresti essere stufo dei continui aggiornamenti di Android o iOS.

10 – Abilita Sempre l’Autenticazione a 2 Fattori

L’Autenticazione a 2 Fattori (2FA) è una delle misure di sicurezza più importanti da adottare durante la navigazione online. Anche se si adottano tutte le precauzioni c’è ancora la possibilità che il nome utente e la password possano essere compromessi. Gli hacker sanno essere creativi e innovativi in molti modi. Ma con l’Autenticazione a 2 Fattori, anche se un hacker accede al tuo account di shopping online o alla tua email, sei comunque al sicuro.

Con l’Autenticazione 2FA, un codice viene inviato al tuo smartphone ogni 30 secondi. Hai bisogno di questo codice per accedere al tuo account. Quindi, anche se l’hacker è in possesso del tuo nome utente e password non sarà in grado di accedere al tuo account perché non avrà il codice aggiuntivo che cambia ogni 30 secondi. Ogni volta che si utilizza un nuovo browser o si accede da un nuovo indirizzo IP, verrà richiesto di inserire un codice 2FA. L’applicazione per l’Autenticazione a 2 Fattori migliore e più famosa è Google Authenticator. È disponibile su Android e IOS. Puoi collegare molti siti web al tuo account per l’Autenticazione a 2 Fattori.

11 – Non utilizzare mai il Wi-Fi Pubblico

Gli hacker creano spesso hotspot Wi-Fi falsi con nomi come “Wi-Fi pubblico gratuito”. Quando accedi alla loro rete, i tuoi dati diventano di loro proprietà. Assicurati che la rete in cui ti stai collegando sia autentica e fai acquisti e naviga solo su siti affidabili. Quando si accede a una rete fittizia la quantità di dati che un hacker ha su di te è spaventosa: posizioni precedenti, password, nomi utente, dettagli del conto bancario e altro.

Ancora meglio è fare un passo in più e semplicemente non utilizzare mai Wi-Fi Pubblici. Gli hacker prendono di mira le reti Wi-Fi pubbliche perché è molto più redditizio hackerare una rete che centinaia di persone utilizzano ogni giorno invece delle reti private utilizzate da poche persone.

Con pochi accorgimenti tutti i visitatori di una rete Wi-Fi pubblica possono essere reindirizzati a una rete diversa. Tutti i telefoni e gli smartphone che si connettono alla rete sono compromessi. E gli utenti sono molto più propensi a connettersi a una rete chiamata “McDonalds” o “Starbucks”, dove possono essere facilmente reindirizzati a una pagina che sembra ufficiale ma che non è altro che la rete di un hacker.

12 – Scegli Password Sicure

Se utilizzi una password su 20 siti diversi, le probabilità che un hacker ottenga l’accesso aumenta di 20 volte. Ma se si utilizzano 20 password univoche, l’hacker avrà accesso solo a un sito. Quindi è importante utilizzare password sicure e uniche ogni volta che è possibile. Secondo gli esperti di sicurezza informatica, password complesse e univoche sono la tecnica di protezione numero uno.

Ricordare varie password e nomi utente può essere un compito difficile. Ecco perché è meglio usare un gestore di password di alta qualità. Questi gestori di password memorizzeranno ogni password e nome utente univoci per ciascun sito. Ciò manterrà le tue credenziali al sicuro consentendoti anche tempi di accesso rapidi. Sono disponibili sul mercato numerosi gestori di password di alta qualità. Per ulteriore protezione, abilita la 2FA con il gestore di password per assicurarti che la tua password principale non sia mai in pericolo.

Puoi anche crittografare le tue password. Ci sono molti modi per farlo. Puoi assegnare ad ogni lettera un valore di +1, quindi a significa b, e b significa c. Quindi puoi registrare le tue password in un file localmente sul tuo computer. Anche se viene violato, gli hacker non capiranno. E la maggior parte dei siti consente solo 3 tentativi prima del blocco e della verifica tramite email.

13 – Evita le App

Molte applicazioni per smartphone hanno accesso a molte più informazioni di quelle necessarie per il loro funzionamento. Secondo uno studio su internet effettuato dal Pew Research Center, il 54% degli utenti di applicazioni ha deciso di non installare un’applicazione quando ha compreso la quantità di dati necessaria per utilizzarla. Il 30% degli utenti dell’applicazione disinstalla un’applicazione quando gli viene mostrata la quantità di dati che raccoglie.

Un altro studio ha rilevato che il 18% delle applicazioni ha accesso a contatti personali e il 42% delle applicazioni che inviano dati a terze parti non è in grado di crittografare i dati. Vengono quindi inviate informazioni ottenute illegalmente e che potrebbero essere potenzialmente compromesse da ulteriori terze parti. Tra l’altro il 41% delle applicazioni è in grado di tracciare anche la posizione degli utenti, anche quando sono in esecuzione in background.

Nel 2016, 1,3 milioni di account Google sono stati compromessi attraverso l’uso di applicazioni Android. Il ransomware Android è aumentato del 138% dal 1° trimestre al 2° trimestre del 2017. Se hai un telefono Android, è meglio prendere precauzioni prima di scaricare applicazioni e navigare online. Android è il più colpito, ma la sicurezza di tutti gli smartphone sta diventando una priorità. L’idea che IOS non sia vulnerabile ai malware non è così vera. Apple ha visto un drastico aumento del numero di malware, ma la quota di mercato non è così ampia come quella di Android, che è gratuito e con oltre un miliardo di utenti.

La maggior parte delle applicazioni ad esempio richiede l’accesso alla fotocamera e ai contatti dell’utente, anche se l’applicazione non ha nulla a che fare con la fotocamera o con i contatti personali. Limita quindi le applicazioni mobili il più possibile.

14 – Fai Attenzione a Dove Clicchi

Come regola generale, non avviare mai file .exe. Potresti dare il permesso al virus di eseguire il proprio codice dannoso sul tuo computer. I link forniti tramite messaggi diretti potrebbero essere reindirizzamenti a un sito dannoso. Se un allegato è sospetto per un qualsiasi motivo, non aprirlo.

Pensa prima di cliccare su un qualsiasi link e fai attenzione a cosa clicchi. Molti link in messaggi diretti ed email possono essere causa di phishing. L’URL apparirà molto simile ad un link tipico ma sarà in realtà un sito fasullo che ti ruberà il nome utente e la password. Un esempio potrebbe essere www.gmaial.com invece di www.gmail.com.

Le truffe di phishing sono sempre più diffuse in quanto sono facili da eseguire e la vittima consegna nome utente e password di sua volontà senza accorgersene. Anche in questo caso, un’autorizzazione a due fattori può limitare di molto questa minaccia.

15 – Segnalibri

Uno strumento molto semplice ed efficace per la navigazione sicura online che richiede poche abilità tecniche. Poco fa dicevamo che la truffa informatica più comune oggi è il phishing, attraverso cui gli hacker creano siti web falsi simili in tutto a siti web ufficiali al fine di rubare password. Per i siti che utilizzi più spesso è preribile trovare il sito ufficiale (quello con il lucchetto verde e https nell’URL) e salvarlo tra i segnalibri o i preferiti del browser.

Quando avrai bisogno di accedere nuovamente a questo sito avrai il vero URL. Questo non solo renderà la tua esperienza di navigazione più sicura, ma la renderà anche più semplice e veloce.

16 – Esegui Sempre gli Aggiornamenti

Lo scopo principale degli aggiornamenti non è solo quello di aggiungere funzionalità nuove e migliorate. Spesso viene richiesto per installare patch di sicurezza. Una grande percentuale di furti di denaro è dovuta a vulnerabilità dei sistemi privi di patch. Per esempio, Operation Prowli ha risolto una vulnerabilità vecchia di quattro anni nei server che eseguono HP Data Protector sulla porta 5555. Inoltre, i siti WordPress sono continuamente presi di mira a causa di vecchie vulnerabilità di sicurezza.

Quindi, che sia Windows, Mac o Android, assicurati che tutto sia sempre aggiornato. Gli aggiornamenti di sistema possono essere un fastidio, ma sono un male necessario. E a volte, non aggiornando il dispositivo o il software, questi non funzioneranno correttamente. L’aggiornamento del sistema avrà anche il vantaggio di aumentare la velocità e le prestazioni.

Inoltre, è più probabile che le versioni precedenti abbiano virus specifici che hanno come target quel sistema operativo specifico. Questo è il motivo per cui Windows è molto più vulnerabile agli hacker rispetto a Mac OS. La maggior parte dei virus è stata creata pensando a Windows, soprattutto perché la maggior parte delle aziende usa Windows. Mac OS è più recente.

La stessa situazione può essere osservata nei sistemi operativi per dispositivi mobili. Più è vecchia la versione, più è probabile che abbia un virus che la può prendere di mira. D’altra parte, le versioni più recenti potrebbero avere vulnerabilità di sicurezza che non sono state ancora trovate.

17 – Installa il Miglior Software Antivirus

Un software antivirus di buona qualità può servire anche a bloccare le pubblicità nei browser, che costituiscono una minaccia durante la navigazione onlineAdaware è una nuova forma di software antivirus economico, facile da usare ed efficace. Protegge i dispositivi da malware, virus, spyware, phishing, pubblicità e truffe online.

Adaware funziona senza problemi in background e richiede risorse minime. È meglio evitare programmi antivirus gratuiti. Ti aggrediscono con annunci per un abbonamento a pagamento, rubano i tuoi dati o installano malware. Tutti devono fare i soldi in qualche modo!

Inoltre, l’antivirus deve agire anche come antispyware. Un antivirus ti protegge da virus che potrebbero potenzialmente distruggere i tuoi file, danneggiare i dati o rubare informazioni. Tra gli spyware ci sono keylogger e trojan che rubano informazioni come password e nomi utente. Un software antivirus di alta qualità di solito svolge entrambe le funzioni.

Tra i migliori programmi antivirus esistono Kaspersky e Norton Antivirus. Non ha senso usare un programma antivirus di qualità inferiore, di solito non sono molto efficaci.

18 – Porta il tuo PC da uno specialista

Almeno una volta all’anno, un computer desktop o portatile deve essere portato da uno specialista e pulito il più possibile. Esistono una grande varietà di virus e malware che possono infettare un computer da una serie di fonti diverse. Puoi avere tutte le migliori abitudini e tecniche di navigazione online ma faranno poca differenza se il tuo dispositivo è già infetto. Una pulizia completa può essere la cosa migliore da fare inizialmente, prima di adottare buone abitudini di navigazione su internet.

Un keylogger può registrare ogni lettera che digiti. Il modo migliore per risolvere questo problema è portare il PC da un esperto. In alternativa, puoi cercare online e fare un ripristino di sistema di Windows, che riporterà il tuo computer indietro nel tempo.

Questo è molto efficace, in quanto rimuoverà tutti i virus rilevati nell’ultimo anno o due, a seconda del punto di ripristino. Questo rimuoverà anche tutto ciò che hai installato, scaricato o salvato nel frattempo quindi assicurati di eseguire il backup di tutto ciò che è importante su una USB o su un hard-disk esterno prima di eseguire un ripristino del sistema.

19 – Usa la Tecnologia Blockchain

La tecnologia blockchain ha il potenziale di sconvolgere completamente molti segmenti dell’economia. E uno di questi segmenti è la privacy online e la navigazione sicura. I browser decentrati sono in arrivo e Metamask.io fa da ponte verso l’Internet decentralizzato, che consente agli utenti di installare DAPP nel loro browser.  Progetti come Ethereum e Tron stanno cercando di decentralizzare Internet in modo che Google, Amazon e Facebook non conservino tutti i nostri dati in server centralizzati.

Inoltre ci sono una serie di progetti ICO che mirano a cambiare il settore. Liberdy.io è una tecnologia conforme al GDPR che sta restituendo agli utenti il controllo dei loro dati. L’applicazione consentirà agli utenti di estrarre i dati che attualmente condividono con Google e Amazon. Gli utenti possono selezionare ciò che desiderano condividere e l’applicazione codificherà e renderà anonimi i dati che quindi non potranno essere utilizzati per scopi illeciti.

Gli inserzionisti dovranno acquistare i dati direttamente dall’utente. Quello che sta accadendo al momento è che Google e Facebook stanno raccogliendo i nostri dati gratuitamente, per poi venderli agli inserzionisti. Questa tecnologia sta eliminando gli intermediari e, in futuro, ci saranno molte applicazioni blockchain che ci aiuteranno a navigare in sicurezza su internet.

20 – Non Vendere i Tuoi Dati

Una sorprendente percentuale di persone si sente a proprio agio a svelare informazioni vitali in un’epoca in cui tali dati possono essere facilmente utilizzati impropriamente. Secondo un sito web, il 16% degli adulti statunitensi è disposto a condividere le proprie abitudini online per una migliore esperienza di navigazione.

In sostanza, questo significa che per navigare più velocemente e in modo interattivo, gli adulti statunitensi danno via i loro dati senza problemi.

Inoltre il 66% degli americani fornisce alle aziende informazioni personali in cambio di prodotti e servizi migliori. Ma non serve fornire alle aziende più informazioni di quelle che dovrebbero avere e non è necessario vendere dati per un’esperienza più piacevole. Riprenditi quante più informazioni possibili e cerca di impedire alle aziende di raccogliere i tuoi dati più importanti.

21 – Naviga e Pubblica Di Meno

Uno dei modi migliori per rimanere al sicuro quando utilizzi internet è di dedicare molto meno tempo alla navigazione online. Per lo meno, sii molto attento a ciò che pubblichi e a ciò che cerchi senza una VPN di alta qualità, poiché molte attività sono monitorate o registrate e gran parte del resto è soggetta a virus e a rischio hacker.

Limitando l’esposizione ai social media e alla tecnologia in generale, limiti la quantità di dati che le aziende possono raccogliere su di te e il numero di truffe a cui puoi essere soggetto. I dati che non sono online non possono essere compromessi. Internet è una rete gigantesca in cui gli hacker cercano i dati.

Riepilogo: Naviga su Internet in Sicurezza

Uno studio per un rapporto sulla sicurezza, ha interrogato un certo numero di esperti di sicurezza e ha generato una tabella interessante con i migliori consigli per gli utenti meno esperti di tecnologia.

In termini di sicurezza degli account, le prime tre precauzioni che devono essere intraprese sono l’utilizzo di password univoche, complesse e l’uso dell’autenticazione a 2 fattori. L’utilizzo di un gestore di password segue poco dopo.

In termini di abitudini di navigazione, i punti più importanti sono usare HTTPS e controllare che l’URL abbia il lucchetto verde. Fare attenzione a dove si clicca è un altro fattore importante. La precauzione più importante identificata dal rapporto è quella di eseguire gli aggiornamenti il più spesso possibile, in modo che le vulnerabilità della sicurezza vengano corrette.

Non aprire gli allegati delle email è un altro punto importante menzionato nel report. È utile notare che le più importanti precauzioni di sicurezza sono tutte relativamente facili da seguire, ma pochissime persone vi prestano attenzione.

Esistono molte tecniche che possono essere utilizzate per navigare in sicurezza online. Le tre più importanti sono: usare una VPN di alta qualità, abilitare l’autenticazione a 2 fattori e disporre di un sistema di gestione delle password appropriato. Come delineato nel rapporto sulla sicurezza, cose semplici da fare come controllare un link o l’URL prima di cliccare possono essere fondamentali.

È utile ricordare che in genere l’hacker deve fare in modo che tu scarichi un virus o clicchi su un link o su un allegato per poter accedere al tuo computer o ai tuoi dati sensibili. Quindi, stai attento e sii consapevole dei pericoli, questo può fare la differenza per una navigazione online davvero sicura.