HBO NOW: Come registrarsi a HBO e vedere dall’Italia le serie TV USA

Ultimo aggiornamento da Gray Williams il luglio 17, 2019

Game of Thrones ottava e ultima stagione, Big Littlle lies 2, True detective o grandi classici che hanno fatto e scritto la storia pop del recente passato come Sex and the city e I Soprano oppure bellissimi documentari sportivi che potrebbero tranquillamente valere un Oscar se solo la narrazione sportiva fosse un po’ più apprezzata a Hollywood in generale e dentro l’Academy in particolare e poi ancora film, programmi per bambini e i più bei show degli Stati Uniti d’America.

Di cosa si tratta? Semplice, questo è il pacchetto dei programmi disponibili in questo momento sulla piattaforma streaming, utilizzabile su qualsiasi device purché connesso a una rete internet, HBO NOW. Si tratta di una costola online e in streaming della famosissima emittente televisiva statunitense a pagamento via cavo e satellitare di proprietà della Warner.

La programmazione di HBO consiste principalmente di lungometraggi già distribuiti nelle sale cinematografiche e serie televisive originali, ma anche di film per la televisione, documentari, incontri di pugilato, stand-up comedy e concerti. È il servizio televisivo a pagamento più vecchio e in trasmissione da più tempo negli Stati Uniti, essendo in funzione dall’8 novembre 1972.

A fine 2014, la HBO ha annunciato altri progetti riguardanti lo streaming on demand, tra questi c’era anche HBO NOW che è stato lanciato ufficialmente il 7 aprile 2015. Il servizio (in abbonamento) è nato – inizialmente – in collaborazione con Apple e in seguito è stato reso disponibile anche su altri ISP (Internet Service Provider). “Not in service area. HBO NOW is only supported in the U.S. and certain U.S. territories”. Traducendo letteralmente suonerebbe come: “Non vi trovate in un’area dove il servizio è attivo. HBO Now è supportato solamente negli Stati Uniti e in determinati territorio degli Stati Uniti”.

HBO screenshot
Questo è il messaggio per chi provasse – dall’Italia – a connettersi al servizio offerto da HBO NOW. E anche se si trattasse di un cittadino americano, in Italia per motivi di lavoro o semplicemente per vacanza, la risposta sarebbe esattamente la stessa. Perché? Il motivo è da ricercare all’interno del concetto di Geo Blocking. Si tratta dell’impossibilità di poter usufruire – al di fuori dei confini nazionali – di un abbonamento siglato nel proprio paese per poter vedere in streaming tv, show, sport e film, proprio come in questo caso specifico che vi stiamo raccontando.

Come guardare HBO NOW con una VPN

Esiste un modo per aggirare e ovviare questi problemi? Esiste un modo per consentire a un cittadino americano in Italia o a un italiano che paga regolarmente un abbonamento di guardare HBO NOW?  La risposta è affermativa e questa risposta ha il nome di VPN. Una VPN (acronimo di Virtual Private Network) è una rete virtuale che riuscirà a farvi sembrare negli USA, quindi totalmente liberi di utilizzare un abbonamento americano del servizio di streaming, anche se vi trovate su suolo italiano e dalla vostra finestra non vedere un grattacielo, ma – ad esempio – delle verdi colline toscane.

Entrando più nel merito è necessario specificare come con una VPN non si ottiene un accesso “pirata” a qualcosa che non si possiede. Non si ruba nulla! Semplicemente si ottiene la possibilità di avere a disposizione un abbonamento per cui si spendono dei soldi anche dove questo non è previsto che funzioni.  Quel che si fa è semplicemente l’aggiramento di un ostacolo geografico simulando grazie a una VPN la propria presenza sul suolo nazionale di competenza, anche se in quel momento non è esattamente così che stanno andando le cose.

La natura commerciale delle licenze di ritrasmissione di programmi, sere e film comporta che i canali televisivi siano per contratto obbligati a non offrire accesso ai loro contenuti al di fuori della loro regione di “residenza”. Questo di fatto per garantire la vendita dei diritti e fare profitto anche al di fuori della propria area di competenza. Tutto legittimo, ci mancherebbe. Il grosso scoglio nello specifico è rappresentato soltanto dalla possibilità di fare vedere a chi ne ha già il diritto per questioni di abbonamento e questioni di appartenenza geografica, un determinato programma su dei canali già funzionanti e pagati. Nulla di più logico a pensarci bene.

VPN: a cosa serve e perché usarla

Una Virtual Private Network è in grado di alterare un indirizzo IP in modo da far sembrare a terzi (e quindi anche ai sistemi che controllano e bloccano gli accessi da paesi esterni) che vi troviate in un paese diverso dal vostro, permettendovi quindi di effettuare lo streaming degli eventi sportivi che desiderate guardare nonostante le restrizioni geografiche.

Virtual Private Network (VPN) In parole povere? Siete a Roma, ma volete guardare uno show su HBO NOW? Acquistate una VPN, al costo di pochi euro al mese, collegatevi con un IP americano e poi collegatevi alla piattaforma. E il gioco è fatto. Dovete soltanto procurarvi un sacchetto di popcorn e spegnere le luci.

L’unica accortezza di cui dovete tenere conto è la presenza di una cospicua rete di server nel paese che vi interessa, quindi l’America. Infatti più server ci sono più sarà facile fornirvi un indirizzo IP “utile” e simulare la vostra presenza in loco.  Quindi nel momento in cui acquisterete un pacchetto VPN verificate bene quelle che sono le vostre esigenze prima di procedere con l’acquisto. E diffidate soprattutto di chi tenterà di offrirvi delle VPN gratuitamente.

La VPN serve a garantire processi online in totale sicurezza ma per ovvi motivi gestisce anche informazioni molto riservate. Per questo dovete assolutamente evitare di far capitare queste informazioni nelle mani sbagliate. Stiamo parlando del resto di costi molto bassi, nell’ordine (medio) dei 3 o 4 euro mensili.

A questo punto non vi resta che accedere al vostro abbonamento, cercare un indirizzo IP con la vostra VPN e godervi una visione intensa e perfetta della vostra serie preferita. Un momento rilassante, magari in una giornata piena di impegni di cui avete pienamente diritto, a prescindere dalla posizione geografica occupata in quel determinato momento.

Gray Williams
Gray Williams è un ingegnere esperto di dati e comunicazioni, oltre che scrittore, copy writer e redattore per diverse piattaforme, con un particolare interesse per la sicurezza informatica. Da molti anni lavora e continua la sua attività di ricerca nell’ambito delle VPN e di altri strumenti per la privacy online.