Sblocca Telegram in Russia con una di queste 5 VPN migliori

Published by Denise Sullivan on marzo 10, 2019

La censura governativa non si limita solo a bloccare blog e nuovi siti. A volte il divieto si spinge fino a bloccare le app che consentono di esprimere privatamente le proprie opinioni ad amici, familiari e colleghi. Come dimostrato in Russia con l’app di messaggistica, Telegram.Telegram unblock vpnTelegramNonostante Telegram sia ben consolidato in Russia, i funzionari governativi hanno recentemente dichiarato che l’app è una potenziale minaccia per i suoi residenti. L’applicazione era salita alla ribalta così tanto che i funzionari governativi la utilizzavano come principale risorsa di messaggistica.

Alla fine, funzionari di alto livello hanno insistito affinché i creatori, i fratelli Nikolai e Pavel Durov, consegnassero la chiave di crittografia per garantire il controllo totale dei contenuti condivisi. Loro rifiutarono.

Telegram, tuttavia, rimane uno dei servizi di messaggistica più popolari nel paese. Nonostante ciò, l’accesso tramite un indirizzo IP russo è ora impossibile.

Per fortuna, ci sono modi per aggirare la censura regionale.

Come sbloccare Telegram in Russia

Virtual Private Network (VPN)Per sbloccare Telegram, è necessario accedere a una VPN. Con una VPN puoi connetterti a server remoti e apparire online in una posizione diversa da quella in cui ti trovi. Puoi apparire ovunque con i server disponibili, negli Stati Uniti, in Svizzera o nel Regno Unito, mentre sei ancora in Russia. Avendo così accesso a qualsiasi contenuto geograficamente limitato.

Le VPN ti aiutano a superare tutte le restrizioni di blocco stabilite dalle autorità russe. Inoltre, potrai godere di un anonimato totale durante la navigazione o la chat. Il flusso di dati codificato con crittografia di livello militare protegge le tue informazioni dalla visualizzazione non autorizzata.

Per sbloccare Telegram:

  1. Installa la VPN di tua scelta
  2. Collegati a un server al di fuori della Russia
  3. Accedi al tuo account Telegram

I 5 servizi VPN migliori per sbloccare Telegram in Russia

Tutte le VPN offrono un ottimo modo per nascondere la tua posizione attuale. Tuttavia, questi cinque servizi sono i migliori se si desidera accedere al proprio account Telegram.

1ExpressVPN

ExpressVPN
  • Più di 2000 server
  • Server in più di 90 paesi
  • Kill Switch automatico
  • No Log
  • Split Tunneling

ExpressVPN offre a chiunque all’interno dei confini russi un modo per accedere a tutti i contenuti preferiti senza le restrizioni imposte dal governo. Grazie alla sua politica di no-log, gli utenti possono essere sicuri che il loro accesso a Telegram non venga riferito alle autorità locali.

La crittografia AES a 256 bit protegge i tuoi dati e garantisce che la tua attività rimanga privata e anonima. Puoi essere sicuro che la connessione sia veloce quando usi ExpressVPN. Questo servizio ha più di 2000 server in oltre 90 paesi, quindi non ci sono problemi di lag dovuti al sovraffollamento del server.

Provalo gratis ora

2NordVPN

NordVPN
  • Più di 5.000 servers in oltre 60 paesi
  • Assistenza clienti 24/7
  • Kill Switch automatico
  • Sei connessioni simultanee
  • Garanzia di rimborso di 30 giorni

Grazie a una crittografia AES a 256 bit abbinata a una funzione kill switch, i consumatori non devono preoccuparsi di accessi o interruzioni non autorizzate. NordVPN consente l’accesso a un massimo di sei dispositivi utilizzando lo stesso account.

Il pacchetto software consente inoltre l’installazione su router Wi-Fi per consentire l’accesso a più di sei dispositivi.

Ricevilo ora

3CyberGhost VPN

CyberGhost VPN
  • La maggior sicurezza dei Malware Blocker
  • Server in più di 60 paesi
  • Kill Switch automatico
  • Più di 2000 server
  • Banda illimitata

CyberGhost VPN utilizza la crittografia AES a 256 bit garantendo assenza di registri per proteggere le attività online dei propri clienti. A differenza di alcuni concorrenti, CyberGhost ha un blocco malware per tenere lontani i programmi sospetti.

CyberGhost ha più di 2000 server in oltre 60 nazioni con applicazioni per tutti i principali sistemi operativi, nonché dispositivi mobili e browser Internet.

Provalo gratis ora

4PrivateVPN

PrivateVPN
  • Accesso a Netflix
  • Server in 56 paesi
  • Garanzia di rimborso di 30 giorni
  • Più di 80 server
  • 6 connessioni simultanee

Con PrivateVPN, gli utenti hanno accesso alla crittografia AES a 256 bit su tutti i loro dispositivi, inclusi Windows, Mac, Linux, iOS e Android.

Il servizio offre una maggiore sicurezza anti-hacker con Diffie-Hellman Key a 2048 bit, senza ostacolare le velocità di connessione. PrivateVPN mantiene inoltre una politica di zero log riguardo all’utilizzo da parte degli utenti e dispone di oltre 80 server in 56 location.

Ricevilo ora

5IPVanish VPN

IPVanish VPN
  • Server in più di 60 paesi
  • No log
  • Banda illimitata
  • Sicurezza all’avanguardia
  • 10 connessioni simultanee

Spingere oltre i blocchi, ragionevoli o meno, richiede un servizio come IPVanish VPN per aggirare la forza della censura russa. IPVanish ha una politica di no-log per impedire alle autorità russe di richiedere le informazioni.

La crittografia AES a 256 bit impedisce ad altri di intercettare il flusso di dati durante la navigazione. Questo fornitore ha anche oltre 1.000 server in più di 60 paesi e una garanzia di rimborso a 7 giorni.

Ricevilo ora

Conclusioni

Non tutte le VPN funzionano per ogni utente. Molti di questi servizi offrono una garanzia di rimborso o una prova gratuita limitata per aiutarti a fare la scelta giusta.

Ti suggeriamo di provare diverse VPN per assicurarti di ottenere il servizio che desideri e accedere ai tuoi siti, contenuti e app preferiti.

Denise Sullivan
Denise Sullivan è un’abile scrittrice proveniente dalla Louisiana, con una laurea in giornalismo conseguita presso l’Eastern Oklahoma State College. Denise ha iniziato la sua carriera da scrittrice scrivendo manuali operativi e di manutenzione, oltre a manuali di utilità del software per dei simulatori di volo. È affascinata dal mondo delle VPN, dalla sicurezza informatica e dalla possibilità di dare il proprio contributo per rendere internet un posto più sicuro.