La Guida Definitiva al Trasferimento: tutto quello che c’è da considerare prima di trasferirsi in un altro paese

Published by Gray Williams on febbraio 21, 2019

Il pensiero di trasferirsi temporaneamente in un altro paese, allo scopo di andare avanti con la propria carriera e migliorare la qualità della vita, di solito provoca un sentimento di eccitazione mista a preoccupazione. A volte, la prospettiva di venire a contatto con culture lontane e persone nuove, unita alla ricerca di uno sviluppo finanziario e personale, perde il suo originario entusiasmo durante il lungo e noioso processo di preparazione.
Guide to relocationPotreste iniziare a chiedervi di che tipo di visto avete bisogno, se il vostro coniuge o compagno potrà lavorare, come aggirare le iniziali difficoltà di adattamento e se questo trasferimento avrà infine successo.

I seguenti consigli e informazioni vi aiuteranno a capire bene quali sono i fattori da prendere in considerazione, prima di fare i bagagli e imbarcarsi in un viaggio verso un altro paese e una nuova vita.

1 Fonti di Guadagno

Il primo passo da compiere nella prima fase del trasferimento è assicurarsi di avere una discreta prospettiva di guadagno a cui aspirare. Sebbene in molte occasioni la decisione di trasferirsi è presa in seguito a una reale offerta di lavoro per una posizione accattivante e gratificante all’estero, anche se non avete alcuna garanzia di lavoro e volete fare questo viaggio per studiare, integrarvi nel settore locale o semplicemente seguire il vostro cuore, le basi della vostra permanenza dipenderanno dalla vostra capacità di essere autosufficienti.

La ricerca inizia molto prima dell’effettivo trasloco, iniziando a informarsi sulle leggi sul lavoro della località da voi scelta e sui requisiti per ricevere un visto o un permesso di lavoro. Date un’occhiata ai siti di lavoro online che offrono lavoro all’estero, contattate le agenzie interinali specializzate nel vostro settore e cercate dei gruppi sui social media in cui si pubblicano offerte di lavoro nella località scelta. Considerate che, nel caso in cui facciate colpo su un datore di lavoro che vorrà quindi contattare le autorità per assumervi, il vostro percorso per la ricezione del visto di lavoro sarà molto più breve.

Un ottimo consiglio da mettere in atto è quello di contattare organizzazioni internazionali come Amnesty o la Croce Rossa, che tendono ad assumere lavoratori di nazionalità ed esperienza differenti. Un altro modo per aiutare la vostra ricerca è quello di mettersi in contatto con persone della vostra stessa nazionalità che abitano nel posto scelto per scoprire se conoscono qualcuno che cerca personale da assumere. Anche se vi viene offerto un posto di lavoro in una sede estera della vostra azienda, questo tipo di ricerca può tornare utile al vostro partner, il quale dovrà occuparsi di sviluppare la sua carriera parallelamente alla vostra.

Ricordatevi che le compagnie che offrono il trasferimento al proprio lavoratore potrebbero offrire dei grossi budget per finanziare le spese che a volte comprendono, oltre al pagamento dello stipendio, visti, alloggio, viaggi e altro. In cambio, queste aziende si aspetteranno che il loro investimento venga ben ripagato nel tempo. In poche parole, il lavoratore deve capire che, in cambio di questo aiuto finanziario, ci si aspetterà un grandissimo impegno, con il raggiungimento di buoni risultati e la massima disponibilità, dedicando tanto tempo e impegno al proprio lavoro.

2 Documenti, burocrazia e registrazione

Visto

visaOttenere un visto e il permesso di soggiorno per voi e per le persone che si trasferiscono insieme a voi, è il passo successivo. Ci sono dei posti di lavoro che si occupano di ottenere un permesso di soggiorno anche per il vostro partner, oltre al vostro, per cui durante le trattative vi conviene insistere su questo punto. La maggior parte dei paesi offre e concede delle tipologie di visto per diversi scopi, oltre all’immigrazione e al turismo, per cui dovrete andare sul sito web ufficiale dell’ambasciata del paese di vostra scelta per ottenere delle informazioni di vitale importanza.

I visti per motivi di lavoro a volte sono concessi in base a specifici livelli di istruzione, titoli accademici o esperienze professionali pregresse. I vostri datori di lavoro all’estero dovranno dimostrare che il vostro futuro stipendio sia in linea con lo stipendio standard in quel settore specifico. È importante capire che un visto temporaneo non è generico, ma può essere categorizzato in base ai diversi ambiti, come formazione accademica, commercio e industria, investimenti e attività economiche. Un visto per motivi di lavoro può dipendere dalla carenza di manodopera in un determinato settore, dalla necessità di professionisti esperti e senior o dal riconoscimento di una specializzazione, come nel caso di artisti e atleti professionisti.

Considerate che se vi trasferite in una destinazione europea e avete un passaporto dell’Unione europea, ottenere un permesso sarà molto più semplice. Per coloro tra di voi che sono studenti desiderosi di studiare all’estero, anche i visti per motivi di studio vengono rilasciati in base a condizioni e schemi differenti. Negli Stati Uniti, ad esempio, potreste essere considerati idonei ad ottenere un visto per studenti sia per gli studi accademici sia per quelli non accademici. Alcuni visti per studenti vi permetteranno di avere un lavoro part-time all’interno del campus.

Istruzione

educationDopo aver ricevuto il vostro tanto atteso e desiderato visto, un altro importante fattore durante la fase di preparazione per le famiglie che si trasferiscono è ovviamente l’argomento istruzione. È meglio sapere in anticipo in quali istituti d’istruzione potrete registrare i vostri bambini. Di solito si può scegliere tra tantissimi istituti pubblici e privati con livelli e standard differenti, ma in un paese come l’America le tasse scolastiche per gli istituti privati vanno da 2.000 a 10.000 dollari al mese.

In alcuni istituti le spese includono anche il trasporto casa-scuola e viceversa, ed è meglio chiarire questa cosa in anticipo per comprendere bene i propri obblighi quotidiani. Esistono anche degli istituti privati associati o appartenenti a certe religioni, istituti internazionali in cui si parla inglese e scuole specializzate su materie specifiche, come la scienza o l’arte. È importante che contattiate questi istituti prima possibile e comunque prima del trasferimento. Scoprite quali sono i criteri per l’ammissione, il costo degli studi e il programma scolastico, in base all’età e al livello dei vostri bambini.

Tasse

taxesLe tasse sono un altro importante aspetto da analizzare prima del trasferimento, soprattutto nel vostro paese di residenza; questo perché alcuni paesi chiedono ai propri cittadini il pagamento delle imposte sul reddito indipendentemente da dove sia stato prodotto il reddito, richiedendo anche la presentazione di documenti. Queste condizioni potrebbero risultare un po’ complicate per molte persone e sarebbe quindi meglio contattare un commercialista o un consulente fiscale prima della partenza, in modo da non finire per pagare il doppio delle tasse, all’estero e presso il vostro paese di residenza.

Salute

HealthLa salute pubblica e i servizi per la salute sono un’altra importante questione da esaminare molto attentamente prima del trasferimento. Che la vostra destinazione sia un paese occidentale o uno in via di sviluppo, dovrete sottoscrivere un’assicurazione sanitaria per voi stessi e per le persone che si trasferiscono con voi, ed è consigliabile farlo nel vostro paese di residenza, con una compagnia che parla la vostra stessa lingua ed è disponibile 24/7.

Considerate che, anche se il vostro paese di destinazione ha un’assicurazione pubblica o statale che include immigrati e residenti permanenti, come in Canada, potreste non essere coperti dall’inizio della vostra permanenza o la copertura medica potrebbe non essere sufficiente. A questo proposito, è anche importante non avere debiti con l’assicurazione sociale o medica nel proprio paese di origine mentre si è all’estero e sarebbe meglio comprendere bene i propri diritti in quest’ambito prima della partenza.

Pensione

PensionAssicuratevi che voi e i vostri datori di lavoro stiate destinando sufficienti fondi per il vostro fondo pensionistico in modo da essere coperti in caso di necessità in futuro. Cercate di capire come aprire un conto di risparmio per la pensione nel paese di destinazione o continuate a destinare i fondi a fini pensionistici all’azienda del vostro paese di residenza.

Fate attenzione al fatto che, alcune volte, questo non è fattibile, dal momento che i rapporti lavorativi con le compagnie locali a volte possono anche interrompersi, nonostante lavoriate in una sede estera della stessa compagnia. È consigliabile verificare se, trasferendosi all’estero, si va incontro alla perdita di una copertura assicurativa in caso vi rifiutiate di destinare del denaro al vostro fondo pensionistico, anche se ci sono ancora risparmi e vi vengono addebitati i costi di gestione.

3 Preparativi vari

Se la vostra posta non arriva solo via e-mail, dovrete aggiornare il vostro indirizzo di residenza con un indirizzo in cui sarete sicuri di ricevere tutta la vostra corrispondenza, in modo da non perdervi comunicazioni importanti. Se avete già deciso di trasferirvi, ricordatevi di ottenere un permesso internazionale di guida, disdire i servizi che non vi serviranno per un po’, come abbonamenti tv e assicurazione auto, e vendere o conservare in un magazzino gli oggetti che non porterete con voi.

Calcolo spese di trasferimento per motivi di lavoro

workSe avete ricevuto un’ottima proposta e delle fantastiche condizioni di lavoro, e pensate di guadagnare bene e di riuscire anche a mettere dei soldi da parte, fate benissimo a trasferirvi; ma bisogna sempre essere preparati a una lunga permanenza in un paese straniero informandosi sul costo della vita, inclusi i costi di affitto, cibo, trasporti, istruzione, tempo libero e intrattenimento. Alcune aziende si fanno carico delle spese di soggiorno, come affitto, istruzione e servizi di noleggio auto, ma non è sempre così.

Ad esempio, guadagnare 11.000 dollari al mese, che è lo stipendio medio per un ingegnere/sviluppatore di algoritmi negli Stati Uniti, potrebbe sembrare una bella cifra, ma se mettete in conto le spese di istruzione, quelle quotidiane, assicurazioni, ecc., questo stipendio potrebbe non sembrare più così alto. Dovete anche calcolare tutte le spese di mantenimento e dei viaggi, per quelle volte in cui visiterete il vostro paese di origine, e anche i costi dei servizi di trasporto, spedizione o immagazzinamento dei vostri oggetti personali.

Calcolo spese di trasferimento per motivi di studio

studySe il vostro trasferimento è legato allo studio, dovreste cominciare dalla ricerca dei requisiti di ammissione e delle tasse scolastiche per lo specifico istituto scolastico di interesse, le quali possono variare in modo considerevole da istituto a istituto, anche nello stesso paese. Potrebbe esservi richiesto l’invio di vari documenti, insieme a una traduzione autenticata, e i costi complessivi a cui andrete incontro durante la vostra ammissione potrebbero essere più alti di quello che vi aspettavate.

Sarebbe meglio contattare fondi che concedono borse di studio e che potrebbero fornivi la cifra necessaria a sostenere i vostri costi di mantenimento e/o le tasse scolastiche. In alcuni paesi, i visti per studenti vi consentiranno di svolgere un lavoro part-time, che magari non coprirà tutte le vostre spese, ma vi farà guadagnare qualche soldo extra. Tenete in mente che questo viaggio molto probabilmente vi porterà a mettere mano ai vostri risparmi per pagare il vostro lungo soggiorno.

Uno dei grandi quesiti da porsi prima di decidere di trasferirsi a tale scopo è se il vostro paese di origine riconosca i titoli accademici acquisiti nel paese di destinazione e quali modifiche o perfezionamenti potrebbero essere richiesti una volta tornati nel proprio paese di origine, se magari è proprio lì che volete trovare lavoro grazie alle nuove competenze professionali acquisite.

Informatevi sulla vostra destinazione

destinationIl famoso proverbio “quando sei a roma, comportati come i romani” è più che pertinente per coloro che progettano di trasferirsi all’estero per un lungo periodo. Se state valutando un trasferimento per motivi di lavoro, è meglio conoscere bene il mondo del lavoro di quel luogo, in quanto potrebbe variare da quello a cui siete abituati, dal codice di abbigliamento al linguaggio del corpo. Non è solo una questione di educazione, ma vi permetterà di avere più successo nel mondo del lavoro e vi farà sembrare più professionali. Potrete trovare informazioni sulle culture straniere su vari siti web attinenti e nei gruppi pertinenti sui social media, in cui di solito si trovano delle persone felici di poter condividere le proprie esperienze con qualcun altro.

Un ottimo consiglio per imparare a conoscere la propria destinazione è utilizzare un hashtag con il nome della città e le principali aree di interesse che hanno a che fare con il trasferimento, utilizzando i vostri account social, come Twitter e Facebook. Questo metodo vi darà accesso a tante fantastiche informazioni sulla vostra destinazione e vi aiuterà a scoprire le opinioni delle persone su cose di vostro interesse. Conoscere la zona, il clima e le norme sociali è il modo migliore di adattarsi a un posto nuovo. Se la vostra famiglia non è mai stata nel posto in cui avete deciso di trasferirvi, per prima cosa è consigliabile viaggiare fin lì con i vostri bambini, così da iniziare a porre le basi per un futuro trasferimento e imparare a conoscere la cultura locale.

Imparare la lingua

languageSe progettate di trasferirvi da soli in un paese in cui si parla l’inglese, probabilmente vi adatterete in poco tempo, ma il trasferimento di un’intera famiglia in un paese in cui non si parla la lingua inglese richiede una preparazione più adeguata. Utilizzare l’inglese nel nuovo posto di lavoro o nella scuola in cui iscriverete i vostri figli, non è sempre sufficiente in paesi in cui si parla una lingua diversa, e questo potrebbe isolarvi e rendervi incapaci di comunicare nella vita di tutti i giorni.

Come primo passo, sarebbe meglio iniziare a imparare e fare pratica con la lingua utilizzata nella vostra destinazione futura, con l’aiuto di corsi strutturati, un’app per l’apprendimento della lingua e interagendo con persone che parlano quella lingua.

Adattamento della famiglia

FamilyMolte esperienze di vita all’estero terminano prematuramente perché la famiglia non riesce ad adattarsi al nuovo ambiente. Al contrario di come si possa pensare, un trasferimento non è come un lungo soggiorno turistico. Trasferirsi in un paese diverso per un anno o più richiede la creazione di una routine quotidiana, e non è sempre così eccitante come lo è nel caso di una breve vacanza in un paese straniero. È fondamentale coinvolgere i membri della propria famiglia in tutte le fasi del trasferimento, e questo vale anche per i bambini. Bisognerebbe confrontarsi con loro riguardo all’iscrizione a scuola e asilo e permettere loro di capire che sono parte integrante di questo evento.

Un altro fattore principale per il successo del trasferimento è che il partner trovi un lavoro, tenendo a mente che, in caso contrario, le possibilità di riuscita del progetto diminuiscono drasticamente. Nel caso in cui il vostro partner non sia riuscito a trovare un posto di lavoro prima della partenza, avrà la possibilità di farlo dopo il trasferimento, magari qualcosa che finora non si è preso in considerazione, come aprire un negozio online, creare un blog e altre opzioni disponibili per guadagnarsi da vivere all’interno del “villaggio globale”.

Non trascurate gli altri membri della famiglia rimasti nel vostro paese di origine; potrebbero sentirsi disorientati e confusi per via del vostro trasferimento. Mantenere un regolare contatto con i membri della famiglia rimasti, soprattutto in caso di bambini, è un elemento importante per la vostra identità e stabilità emotiva mentre provate ad ambientarvi con la vostra nuova vita in terra straniera. Assicuratevi che i vari mezzi di comunicazione siano disponibili per entrambe le parti, come ad esempio WhatsApp e Skype, e programmate delle conversazioni sistematiche per cercare di mantenere un contatto e la comunicazione durante tutte le fasi del trasloco.

4 Creare contatti e relazioni sociali

Nonostante si cerchi di mantenere un legame con amici e familiari rimasti in terra natia, il periodo di adattamento a una nuova cultura e a un nuovo linguaggio potrebbe essere tosto e disagevole. Potreste percepire la solitudine e sentirvi emarginati. Fare nuove conoscenze e utilizzare i social media per incontrare gente nuova che si è trasferita nello stesso paese potrebbe essere un’ottima idea.

Di solito, per i luoghi con grandi comunità di persone trasferite esistono dei gruppi su Facebook in cui questa gente si riunisce, e voi dovreste fare altrettanto. È lì che probabilmente troverete i migliori consigli da coloro che hanno già vissuto la vostra stessa situazione. Quando arrivate alla vostra destinazione, dedicate del tempo a costruire una rete di relazioni sociali che non sia solo virtuale. Ci sono tante opzioni diverse per uscire fuori con la vostra famiglia e fare delle attività sportive insieme o in corsi diversi, così da poter fare nuove conoscenze e integrarsi con la cultura locale.

Comunicazione

socialUna delle cose più importanti quando si va a vivere all’estero è il senso di “appartenenza locale”, e questo vale anche per i dispositivi utilizzati. Quando effettuate l’accesso al vostro computer da un luogo diverso da quello abituale, la rete identificherà la vostra localizzazione e vi mostrerà i risultati del motore di ricerca e i siti web in base alla posizione da cui state navigando. Questo influenzerà quindi le informazioni che visualizzerete, la sicurezza e i prezzi dei vari servizi offerti. Anche la vostra postazione di lavoro sarà influenzata dai dettagli della vostra posizione, dal momento che le aziende si proteggono tramite l’utilizzo di una rete privata alla quale sono connessi tutti i computer dell’ufficio.

Qualsiasi azione da voi compiuta, come connettersi a una rete di lavoro privata a distanza, l’acquisto di prodotti come i biglietti aerei o guardare contenuti che sono bloccati in quel determinato paese, richiede l’utilizzo di una VPN.

In pratica si tratta di una rete privata virtuale che diverse aziende creano e forniscono ai propri lavoratori affinché la utilizzino. La rete virtuale nasconde l’indirizzo IP del vostro computer e riesce a bypassare i contenuti bloccati di servizi come Netflix e Hulu che non sono disponibili dappertutto.

Questo servizio consente anche di utilizzare i social media in paesi in cui non sarebbe possibile accedervi, e utilizza la crittografia per proteggere le informazioni personali che create ogni volta che utilizzate un computer o uno smartphone.

5 Consigli e suggerimenti da alcuni esperti del trasferimento

Abbiamo chiesto ad alcuni esperti del trasferimento quali sono le principali difficoltà a cui ci si dovrebbe preparare:

Peter Horsfield,
Certified Financial Planner presso SMART Advice

Peter Horsfield

Per prima cosa, organizzate le vostre finanze.

  • Dovrete organizzarvi per poter mantenere un certo stile di vita simile a quello a cui siete abituati al momento. Confrontate le vostre spese generali attuali (affitto, carburante, palestra, scuola, tata) e quelle extra (trattamenti medici) con gli stessi costi nella nuova località.
  • Quale sarà la distanza tra la vostra nuova casa e i vari servizi e il posto di lavoro? Trasferirsi in un quartiere con costi contenuti situato vicino al lavoro e ai mezzi pubblici, vi renderà le cose più semplici. Così come esistono paesi più costosi e meno costosi da considerare, ci sono anche località più o meno costose in ogni città, regione e provincia. Ciò vuol dire che avrete la possibilità di trasferirvi in un grande paese a un costo nettamente minore di quello che pensate.
  • Infine valutate l’esperienza e “scegliete la vostra avventura”. Se vi state trasferendo da soli, ci sono meno cose di cui preoccuparsi, ma se state per attraversare l’oceano per scoprire e vivere una nuova vita con la vostra famiglia al seguito… Beh, è tutta un’altra questione.
  • Riflettete sulla cultura, stile di vita, cibo, condizioni meteo, usi differenti e altro.

Maurice Pronk
Business Development Manager presso Atlas International Movers

Maurice Pronk

Quando si tratta di grandi cambiamenti come un trasferimento, una buona organizzazione è spesso il segreto del successo. Come disse Benjamin Franklin: “Chi non pianifica, sta pianificando un fallimento”.

Per cui non trascurate l’organizzazione, anche per quelli che sembrano essere dei dettagli insignificanti; sarete grati a voi stessi quando arriverà il gran giorno. Ecco una lista di cose da tenere in considerazione:

4 weeks before the move:

  • Assicuratevi che i vostri documenti, tra cui il passaporto, siano validi e, nel caso in cui vi servano, che i vostri visti siano ok.
  • Svuotate la vostra soffitta, cantina o garage il prima possibile.
  • Se porterete con voi degli animali, vi consigliamo di controllare le norme sulla quarantena previste dal mezzo scelto per il trasferimento (aereo, treno, camion, ecc.). Richiedete la copia del libretto sanitario al vostro veterinario.

Il giorno stesso:

  • Organizzatevi con i vicini per lasciare abbastanza spazio per il parcheggio senza il bisogno di rimuovere l’auto.
  • Radunate un “kit di sopravvivenza” con tutti gli oggetti più piccoli che potrebbero servirvi al momento del vostro arrivo.

Ilya Longo,
Direttore presso Legend Removals Ltd

Ilya Longo

Per evitare lo stress da trasloco, vi consigliamo di valutare un paio di fattori.

  • Ad esempio, il meteo nel paese di destinazione, così come la tipologia e le dimensioni della casa (appartamento in condominio? casa in campagna?). Vi aiuterà a fare una scelta su cosa impacchettare e portare con voi (la casa è ammobiliata? ci sarà un giardino?).
  • Questo vi farà capire cosa conservare in magazzino, cosa vendere o dare via e cosa dovrete portare con voi per assicurarvi che la vostra nuova casa sia più comoda possibile una volta che vi sarete trasferiti.

Marian White,
Scrittrice, esperta del trasferimento e autrice presso Moving.com

Marian White

Iniziate presto con la progettazione del trasferimento

  • Qualsiasi cosa decidiate, non aspettate l’ultimo minuto per iniziare a impacchettare i vostri oggetti. Non è più il caso di rimandare.
  • Per iniziare, io consiglio sempre di liberare la casa da oggetti futili a partire da vari mesi prima del trasferimento. Questo renderà tutta la fase di impacchettamento più semplice ed efficace.
  • Non appena vi sarete liberati dagli oggetti superflui, iniziate a impacchettare le cose una stanza alla volta. Non impacchettate però oggetti necessari come gli articoli per l’igiene personale, vestiti e i giocattoli dei bambini fino a una o due settimane prima.
  • ● Se avete bisogno di una mano per impacchettare la vostra roba, valutate se assumere un traslocatore professionista o se chiedere aiuto a familiari e amici.

Kris Bondin,
CEO AU, Movinghub

Kris Bondin

Traslocare può essere abbastanza stressante, e se lo avete fatto almeno una o due volte nella vita sapete di cosa stiamo parlando. Essendoci tanti fattori in ballo, il trasferimento potrebbe trasformarsi in un’avventura, e anche costosa.

  • Fortunatamente, cambiare casa è meno stressante rispetto a tempo fa grazie alla tecnologia. Con così tante soluzioni a disposizione, riuscirete a dimenticare quanto sia stato stressante traslocare fino ad oggi.
  • Trovarsi dei traslocatori intorno quando non si è ancora pronti potrebbe rendere tutto un po’ fastidioso, per cui cercate di avere sempre sottomano una pianta della casa da poter controllare. Le app per la progettazione della casa vi permettono di farvi un’idea di ogni stanza, grazie alla visualizzazione in 2D o 3D che vi consentirà di vedere in anticipo tutta la casa e rendendo così meno stressante posizionare i vostri oggetti.

6 Subito prima di partire…

Quando si parla di trasferimento, una preparazione adeguata è inevitabile e potrebbe rappresentare il fattore principale per fare la differenza tra un’esperienza di successo e un totale fallimento che potrebbe far terminare questa esperienza molto presto.

Cercate le informazioni più importanti per voi e servitevi di una lista di cose da fare da aggiornare man mano che proseguite questo percorso verso un cambiamento di successo.
moment before departing

Gray Williams
Gray Williams è un ingegnere esperto di dati e comunicazioni, oltre che scrittore, copy writer e redattore per diverse piattaforme, con un particolare interesse per la sicurezza informatica. Da molti anni lavora e continua la sua attività di ricerca nell’ambito delle VPN e di altri strumenti per la privacy online.