I 15 Attacchi Hacker Più Memorabili

Published by Valentine Milner on febbraio 21, 2019

Il cybercrimine e la sicurezza online sono diventati tra i problemi sociali più importanti del XXI secolo.
Cybercrime and online securityAbbiamo creato un elenco dei 15 cyber-attacchi più famosi per ricordare che la sicurezza e la privacy online non dovrebbero essere mai sottovalutate.

I 15 Attacchi Hacker Più Memorabili!

1WannaCry

Negli ultimi due anni, la presenza online dei cosiddetti ransomware (malware che rendono inaccessibili i dati dei computer infettati e che portano alla richiesta del pagamento di un riscatto per rimuovere le limitazioni) è aumentato vertiginosamente. I malfattori utilizzano il phishing per limitare il vostro accesso o prendere il controllo del vostro sistema per poi chiedere un riscatto in Bitcoin.
WannaCry cyber-attackIl cyber-attacco WannaCry avvenuto nel maggio 2017 riguardava un criptovirus (software infettato da virus che si duplica man mano che si espande) appartenente alla famiglia dei ransomware. Wannacry si diffuse velocemente, colpendo sistemi operativi vulnerabili e obsoleti che erano stati segnalati anni prima dalla NSA, segnalazioni che erano state ignorate.

In pochi giorni, migliaia di organizzazioni e aziende di 150 paesi diversi, incluso il Servizio sanitario nazionale inglese (NHS), si videro bloccare l’accesso alle proprie reti dalla crittografia Wannacry. I malfattori chiesero un bel po’ di soldi per sbloccare il codice.

2Cyber-rapina alla Bangladesh Bank

Questa è diventata famosa per il modo in cui gli hacker bypassarono i sistemi informatici della Bangladesh Bank.Bangladesh Bank Cyber HeistL’attacco destò preoccupazioni per il modo in cui i cybercriminali si infiltrarono nel sistema finanziario globale di trasferimento di denaro SWIFT, accaparrandosi la libertà di effettuare tutti i prelievi desiderati sotto la presunta protezione del sistema SWIFT fino ad allora considerato sicuro.

La banda di criminali dietro a tutto questo stava per prelevare quasi 850 milioni di dollari, ma un semplice errore di trascrizione accese dei sospetti. I malfattori riuscirono comunque a portar via circa 81 milioni di dollari, di cui solo circa 18 milioni vennero poi recuperati, e in seguito furono collegati a dei precedenti attacchi ad altre banche asiatiche.

3Bitcoin Exchange su Mt Gox

Esiste una moltitudine di bitcoin exchange o siti su cui si possono acquistare Bitcoin. Nel febbraio del 2014, l’exchange Mt Gox, a quel tempo il più grande al mondo, smise improvvisamente di fare trading.
Mt Gox Bitcoin ExchangeL’exchange andò in bancarotta sostenendo che erano stati rubati 460 milioni di dollari in Bitcoin da alcuni hacker che erano riusciti ad accedere e manipolare il valore del bitcoin prima di trasferirli.

Successivamente venne arrestato uno sviluppatore francese, Mark Kerpeles, che aveva acquistato Mt Gox nel 2001, per frode e appropriazione indebita, sebbene non fu direttamente collegato al furto.

4Spamhaus

Spamhaus è una delle app anti-spam più diffuse al mondo, avendo a disposizione un grosso elenco di server noti per essere fonti di contenuti malevoli.
SpamhausDal momento in cui Spamhaus aggiunse in questa lista il servizio olandese di hosting Cyberbunker, le cose iniziarono a prendere una brutta piega. È stato dichiarato che la compagnia olandese decise di vendicarsi lanciando un potentissimo attacco DDoS che rimane ancora oggi uno dei più potenti attacchi mai lanciati.

5PlayStation Network

Nell’aprile 2011, il gruppo di hacker LulzSec violò la Sony PlayStation Network.
Sony PlayStation NetworkI giocatori che provavano ad accedere per giocare online si trovarono davanti un messaggio che diceva che i sistemi erano inaccessibili perché in manutenzione. Invece, nella pratica, alcuni hacker stavano lavorando a sistema per sbloccare le chiavi crittografiche di sicurezza della Sony, ottenendo così l’accesso alle informazioni personali di oltre 77 milioni di utenti.

6CitiGroup

Nel 2011, questo cyber-attacco ai servizi finanziari della Citigroup ha evidenziato la scarsa sicurezza delle piattaforme online dell’azienda. Gli hacker trovarono una backdoor che gli diede accesso a degli importantissimi dati privati.
Citigroup financial servicesTutte le informazioni degli account di 200.000 clienti vennero rese visibili, inclusi indirizzi, nomi e dettagli finanziari, con la totale perdita di denaro per circa 2,7 milioni di dollari per la compagnia. Questo attacco è stato ampiamente considerato il più catastrofico fallimento riguardante la sicurezza e ha dimostrato come i cyber-attacchi cercano di sfruttare la debolezza di qualsiasi infrastruttura online.

7Stuxnet

Ci sono diversi casi documentati di malware utilizzati dai governi per determinati scopi militari.

Stuxnet

Un esempio è la “bomba logica” lanciata a quanto pare dalla CIA, e un altro esempio è Stuxnet, un virus scoperto nel 2010. Questo fu programmato appositamente per attaccare e infettare le centrali della Siemens, infettando 200.000 computer, distruggendo almeno 1.000 macchine e facendo fuori un quinto delle capacità nucleari dell’Iran.

8 Conficker

Conficker è un noto e curioso tipo di malware. Scoperto nel 2008, nessuno sa esattamente da dove venga fuori o chi l’abbia creato. Difficile da eliminare, ha continuato a infettare e distruggere sistemi in giro per il mondo.
Conficker piece of malwareDiffondendosi ha creato una rete di sistemi infetti, dando vita a una botnet in continuo aumento (le botnet sono solitamente utilizzate per eseguire attacchi DDoS, limitare l’accesso ai singoli siti e rubare dati). Sono state scoperte cinque versioni di Conficker, ed è uno dei più vasti contagi da virus conosciuti.

9Iceman

Lavorando come consulente informatico di giorno, Max Ray Butler era molto rispettato nel suo settore. Tuttavia, di notte, agiva da ignobile hacker dietro al nome di “Iceman”.
IcemanMax è stato infine arrestato nel 2007 e accusato di aver rubato almeno 2 milioni di numeri di carte di credito che ha utilizzato per fare acquisti per circa 86 milioni di dollari. È stato anche considerato colpevole di gestire un forum digitale illegale che vendeva e comprava merci contraffatte.

10 Operazione Get Rich

Normalmente, i rivenditori più conosciuti con sede negli Stati Uniti sono sottoposti a una serie di potenti attacchi da parte di hacker, in quanto questi malfattori cercano di rubare i dettagli delle carte di credito e di debito dei vari clienti per poterle utilizzare.

Questo tipo di attacchi condotti da Alberto Gonzales insieme alla sua banda di criminali, utilizzava quelle che noi chiamiamo “SQL injections” per sfruttare i punti deboli di una malsicura rete WiFi pubblica o aziendale.

11 Operazione Shady RAT

Operazione Shady RAT è il nome utilizzato per descrivere una serie di cyberattacchi continui che avevano come obiettivo 74 organizzazioni diverse in 14 paesi diversi. L’Agenzia Mondiale Anti-Doping e il Comitato Olimpico Internazionale furono presi di mira prima dei Giochi Olimpici del 2008 e, nonostante il dito venne puntato contro la Cina, nessuno fu in grado di dire chi c’era dietro a questi attacchi.

Sappiamo solo che è stato utilizzato lo stesso approccio tramite sistema di accesso remoto per ottenere il controllo dei computer delle vittime.

12 DDoS in Estonia

In Estonia, tra aprile e maggio del 2007, lo spionaggio digitale “straboccò”, trasformandosi in un conflitto cibernetico aperto. In una settimana, le ondate di attacchi DDoS si riversarono sui server del governo, inclusi quelli riguardanti istruzione, media e banche. In pochi giorni venne paralizzata l’intera economia, la vita quotidiana e la distribuzione dei servizi pubblici.

Questi attacchi spinsero tutte le organizzazioni militari a rivedere l’importanza della propria sicurezza di rete.

13 Sven Jaschan/ Delta Airlines

Uno studente tedesco, Sven Jaschan, ha condotto uno degli attacchi hacker più sconvolgenti al mondo comodamente dalla sua cameretta. A 18 anni e ancora a casa dei genitori, gli si addebita la creazione del virus Sasser, un virus auto-distribuente e duplicabile che distruggeva i vulnerabili sistemi operativi di Windows.

La Delta Airlines fu duramente colpita e dovette cancellare tantissimi voli transatlantici. Alla fine il ragazzo venne catturato dopo una misteriosa soffiata, ma il virus aveva già causato dei danni del valore di oltre 500 milioni di dollari.

14 MafiaBoy

C’è un altro adolescente dietro al cyber-attacco che vede un genio insubordinato lanciare dei potentissimi attacchi DDoS. Il malfattore, Micheal Calce, fu in grado di infiltrarsi in Yahoo, Amazon, CNN, Fifa.com e eBay.
MafiaBoyMichael utilizzò il malware per sovraccaricare i siti con il traffico utente fino a farli collassare. Dopo aver scontato la sua pena detentiva di otto mesi, ha sempre dichiarato di aver scatenato gli attacchi inconsapevolmente.

15 Virus Melissa

Melissa VirusNel 1999, il macro virus Melissa si diffuse in maniera piuttosto devastante. Mascherato da documento word allegato alla mail, aprendo il file iniziava a infettare sia il vostro sistema che quello delle 50 persone nella vostra lista di indirizzi.

Cos’è l’Hacking e Chi c’è Dietro?

L’hacking è un accesso non autorizzato a una rete o computer ed è solitamente commesso per scopi finanziari, per estrapolare dati o per danneggiare. Dalla spia governativa sotto copertura all’adolescente incazzato, dall’entità politica scontenta ai semplici truffatori, chiunque abbia l’inclinazione e le capacità giuste può hackerare un sistema.

Dai ragazzini in cerca di guai con del talento sprecato ai cyber terroristi organizzati che vogliono fare soldi, negli ultimi dieci anni si è vista un’impennata di casi hacker. Questi attacchi causano dei danni ad aziende e governi, alzando gli standard della vita. Ma come potete proteggere il vostro dispositivo e le attività online da questi attacchi?

Per difendersi al meglio dai cyber crimini, vi consigliamo di utilizzare una VPN.

Inoltre, tenete il vostro sistema sempre aggiornato, assicuratevi che il vostro anti-virus, firewall, ecc. siano attivi, e fate attenzione ai siti web e ai contenuti sospetti.

Classifica
Nome del provider
I nostri punteggi
Prezzo
La migliore
1.
La migliore
NordVPN
$3.49 / mese
Risparmia il 71%
La migliore
2.
La migliore
ExpressVPN
$6.67 / mese
Risparmia il 48%
La migliore
3.
La migliore
CyberGhost VPN
$2.75 / mese
Risparmia il 77%
La migliore
4.
La migliore
Surfshark
$1.99 / mese
Risparmia il 83%
La migliore
5.
La migliore
PrivateVPN
$1.89 / mese
Risparmia il 73%
Valentine Milner
Valentine Milner è una scrittrice esperta con esperienza nel campo della sicurezza informatica. Ha iniziato a lavorare per una compagnia privata prima di avventurarsi da sola.